ACCADEMIA MUSICALE VALDARNESE -  ISTITUTO MUSICALE F. FEROCI-

SCUOLA DI MUSICA A SAN GIOVANNI VALDARNO

Nel  1977  l’Accademia   Musicale   Valdarnese   ha   dato   vita   alla Scuola di Musica,  Istituto  Musicale Francesco  Feroci.  Per molti  anni  l’Istituto  è stato l’unica scuola privata di musica in tutto il Valdarno e costituisce tuttora un punto di riferimento  qualificato  per  l’insegnamento musicale nel territorio valdarnese, con una presenza media di 100 allievi  all’anno.  Numerosi   gli  allievi  presentati  come  privatisti  agli  esami  in  Conservatori  di   Stato,   tutti sempre  promossi    con   buone   e   brillanti    votazioni.  Molti    hanno conseguito   il   diploma  nelle  varie  classi   (canto,  pianoforte,   flauto,   chitarra,  oboe,  violino, etc.). L’organico   dell’Istituto   Musicale  Valdarnese  è    attualmente   costituito   da   17    insegnanti    diplomati in  conservatorio   e   concertisti   in     carriera. Il  Presidente  attuale  è  il  M° Andrea Turini,  insegnante  di pianoforte  principale   presso  il    Conservatorio "G. Rossini" di Pesaro, noto concertista, invitato frequentemente a tenere Masterclass e come membro della giuria di prestigiosi Premi Nazionali ed Internazionali.  Presso la scuola di musica Istituto F. Feroci sono attivi i corsi di: Armonia; Canto lirico; Canto moderno; Chitarra; Chitarra elettrica; Flauto traverso; Materie musicali di base; Organo; Pianoforte; Sassofono; Storia della musica; Strumenti a percussione; Viola; Violino; Violoncello. I corsi della Scuola di Musica sono aperti dal mese di ottobre al mese di giugno.

Il corpo docente per l'anno accademico in corso, è così composto:

DIDATTICA DELLA MUSICA

 

ARMONIA

DANIELE DORI

MATERIE MUSICALI DI BASE

CINZIA FRATINI

 

SILVIA FIGNELLI

 

PAOLO  BRUNO

 

STORIA DELLA MUSICA

ROSSANA FANI

CANTO

 

CANTO LIRICO

SUSANNA PICCARDI

 

CANTO MODERNO

VALENTINA RUGOLO

 

STRUMENTI AD ARCO ED A CORDA

 

CHITARRA

ALESSANDRO BERTOLINO

 

GIACOMO MAZZONI

 

CHITARRA ELETTRICA

ROBERTO LALLI

 

VIOLINO

FRANCESCO MARCONI

 

VIOLONCELLO

MARCO BALDINI

 

STRUMENTI A FIATO - AEROFONI

 

FLAUTO TRAVERSO

ROSSANA FANI

 

ORGANO

DANIELE DORI

 

SASSOFONO

IACOPO SAMMARTANO

 

STRUMENTI A PERCUSSIONE

 

PERCUSSIONI

ROBERTO MOLISSE

 

VISMARO ULERI

 

STRUMENTI A TASTIERA

 

PIANOFORTE

SAMUELE AMIDEI

 

PAOLO BRUNO

 

ALESSANDRA CORDOVA

 

DANIELE DORI

 

SILVIA FIGNELLI

CINZIA FRATINI

 

MARIAGABRIELA RUFFI

 

ANDREA TURINI

 

FRANCESCO ZAMPI

FRANCESCO FEROCI  è   stato   un   compositore,   organista, poeta e sacerdote italiano. Nacque  a   San  Giovanni Valdarno   il 16 aprile 1673.     Intraprese   la  carriera concertistica, esercitando dal 1697 l'attività di organista in numerose chiese di Firenze tra le altre S. Lorenzo, S. Marco, S. Felicita, S. Croce, Orsanmichele e la Ss. Annunziata. Svolse concerti anche nei paesi di  Figline Valdarno,  San Giovanni Valdarno, Montevarchi, Castiglion Fiorentino e Cortona.   Dai primi del 1700 iniziò a comporre opere prevalentemente sacre. Nel febbraio  1719  divenne   primo  organista  del Duomo.  Il periodo che    seguì   tali   avvenimenti  vide  il  Feroci nel pieno dell'attività concertistica,   compositiva,  nonché letteraria  dedicandosi  al genere della poesia burlesca tipico della tradizione toscana. Compose  mottetti , duetti, responsari e salmi per piccole formazioni vocali, nonché  versetti e sonate per organo continuando   l'attività didattica,    con grande seguito di allievi. Nel 1736   terminò  la stesura del Concerto CXXX alternato col 1º e 2ºorgano, detto Concerto per organo sull'aria della "Martina" (dal nome del violinista genovese Martino Bitti, autore  dell'aria ripresa dal Feroci). Il 25 luglio 1736 fu eseguito per la prima  volta nel  Duomo  di   Firenze,   come documentato nelle Notizie   di Casa  Salvini.  Dello  stesso  periodo  sono  i Responsi della settimana   santa,  per  tre  voci  virili.  Nel 1744, per le precarie condizioni di salute Feroci  abbandonò  l'incarico di primo organista presso il Duomo. Morì a Firenze il 25 novembre 1750. Francesco Feroci  ha lasciato tutta la produzione manoscritta, mentre  alcune opere sono uscite per la stampa solo  postume.   I  manoscritti musicali   di   Feroci si trovano soprattutto all'estero, in particolare   in  Germania. Oltre che compositore e musicista fu anche un   letterato di cui rimangono nella Biblioteca Centrale Nazionale di Firenze due manoscritti di rime burlesche.

Foto realizzate da Gianfranco Coroneo

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Google+ Social Icon

ORARIO  APERTURA SEGRETERIA

 

Martedì dalle 14,30 alle 16,30

 

Mercoledì dalle 16,00 alle 18,00

Venerdì dalle 16,00 alle 18,00

 

 

ACCADEMIA MUSICALE VALDARNESE

SEDE

San Giovanni Valdarno  (AR)

Piazza della  Libertà  n.  1

 

Tel/Fax 055942845  

 

C.F. 81005690516

P.Iva 00890710510

REA   AR - 175541

© 2023 by Key Lessons. Proudly created with Wix.com